modalità operative

Dopo i primi due incontri plenari (Bologna a confronto con le altre città, 19 luglio 2010; Le politiche urbane degli Stati europei, 10 settembre 2010) si sta ora completando l’individuazione delle due persone che coordineranno ciascuna area tematica.
Per ora le Coordinatrici e i coordinatori individuati per le diverse aree tematiche sono le seguenti, a cui si aggiungeranno presto le altre e gli altri:
1.Democrazia urbana. Vando Borghi, Chiara Sebastiani
2.Differenza/differenze: generi, generazioni, genti. Lorenza Maluccelli
3.Città e governo del territorio. Paola Bonora, Piergiorgio Rocchi
4.Welfare, inclusione sociale e governo locale. Walter Vitali
5.Lavoro (con particolare attenzione ai giovani). Cesare Minghini
6.Città digitale. Sergio Bonora, Marzia Vaccari
7.Cultura. Giorgia Boldrini, Mauro Felicori
8.Università, ricerca e innovazione
9.Mobilità
10.Economia verde. Leonardo Setti, Silvia Zamboni
11.Sviluppo locale. Cristina Brasili, Silvano Bertini

Le Coordinatrici e i Coordinatori di ciascuna area provvederanno a costituire un Coordinamento tematico ristretto, che dovrà essere formato in base alle competenze tenendo conto il più possibile della parità di genere. Possono essere scelte anche persone non ricomprese tra chi ha manifestato il proprio interesse o è stato invitato agli incontri finora svolti.
Al Coordinamento spetterà il compito di organizzare i seminari, almeno uno per ciascun tema.
Ai seminari verranno invitate le persone che hanno segnalato il loro interesse per l’argomento e tutte le altre che si iscriveranno attraverso il sito. A questo scopo verrà effettuata una comunicazione preventiva molto ampia che dovrà essere inviata a tutto l’indirizzario di Laboratorio Urbano a cui dovranno essere aggiunte, per ciascuna area tematica, le persone che verranno indicate da ciascun Coordinamento.
Le relazioni e le conclusioni dei seminari verrano videoregistrate e messe a disposizione sul sito.
I Coordinamenti potranno decidere anche altre modalità di lavoro, comprendenti l’esame delle relative politiche nazionali ed il confronto con esperienze internazionali. Potranno essere affidati compiti interni a ciascuna area tematica per sviluppare, con incontri specifici, argomenti correlati.
Al termine di ciascun seminario il Coordinamento tematico dovrà produrre un primo elaborato da sottoporre alla discussione attraverso incontri pubblici, che servirà come base per il Programma nazionale per le città in relazione all’argomento trattato.
L’elaborato dovrà essere suddiviso in linea di massima in tre parti: scenario internazionale, scenario nazionale e scenario locale. Dovrà contenere proposte relative sia allo scenario nazionale che a quello locale.
Al fine di condividere meglio metodi e finalità del lavoro, e di affrontare le diverse connessioni esistenti tra i diversi argomenti, svolgeremo un incontro con il metodo OST (Open Space Tecnology) che sarà condotto da Marianella Sclavi. All’incontro saranno invitate tutte le componenti e i componenti dei Coordinamenti. L’incontro presumibilmente si svolgerà un venerdì pomeriggio e un sabato mattina, o un intero sabato, entro la fine del prossimo mese di ottobre.
E’ auspicabile che tutti i seminari si svolgano entro il prossimo mese di novembre, al fine di poter svolgere gli incontri pubblici tra dicembre 2010 e il febbraio 2011. In questo modo la proposta di Programma nazionale per le città potrà essere predisposta e presentata in vista delle elezioni amministrative della primavera 2011 che coinvolgeranno Torino, Milano, Napoli, Bologna a altre città.
Le date dei seminari e degli incontri pubblici dovranno essere opportunamente concordate, così come le date delle riunioni dei Coordinamenti tematici dovranno essere portate a conoscenza di tutte le altre Coordinatrici e coordinatori, anche attraverso l’attivazione di una specifica attività di segreteria.
Ogni Coordinamento tematico dovrà collaborare alla messa a disposizione dei materiali sul sito, sia nella parte pubblica che in quella riservata agli abbonati.
Dopo la presentazione del Programma nazionale per le città ciascun Coordinamento tematico provvederà a programmare la propria attività successiva.

Powered by WordPress | Deadline Theme : An Awesem design by Orman